Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. Per maggiori info >

Ok

Caseificio aziendale

Il formaggio viene prodotto come una volta utilizzando il nostro latte intero e crudo.
Il latte non viene pastorizzato e questo caratterizza le nostre trasformazioni casearie. Ciò è possibile grazie alla trasformazione esclusiva del nostro latte che viene rapidamente trasferito dalla mungitura della singola vacca al deposito frigorifero, preservandolo così da eventuali contaminazioni.
In questo modo mantiene tutte le sue caratteristiche organolettiche, profumi e qualità che si ritrovano poi nei nostri formaggi.

Stagionatura

Dopo almeno due mesi di affinamento all’interno delle nostre sale di stagionatura, il formaggio viene valutato e solo quello idoneo ai nostri alti standard viene identificato permanentemente con il marchio “Bontà dai Pascoli” applicato a fuoco sulla faccia piana. Il simbolo garantisce ed identifica l’alta qualità di un prodotto dall’intenso profumo e sapore di latte.

Le forme possono proseguire la fase di stagionatura a seconda delle varie tipologie di commercializzazione, come lo “stagionato” o “vecchio”, fino a raggiungere e superare i due anni.

Salina

Alla fine dell’Ottocento Giacomo Rugo, bisnonno degli odierni proprietari, venne a vivere ad Enemonzo portando con se un antico tino di larice e la preziosa “salmuèria” ancora oggi utilizzati.

Questo metodo serviva per mantenere morbido il formaggio per tutto l´arco dell´anno conferendo il suo caratteristico e intenso sapore.

La composizione del prezioso liquido è gelosamente custodita e viene tramandata di generazione in generazione. Ora come allora permette l’arricchimento del formaggio in una miscela di acqua fresca, panna, sale marino e fermenti lattici unici che si rigenera e continua a creare quella straordinaria alchimia di sapori che si ritrovano nel Formàdi Salât.

Il fascino della ricetta compositiva della “madre della salina” rende questo nostro prodotto unico ed irripetibile, legato autenticamente alla nostra famiglia e che trascorsi 150 anni dalla sua creazione riesce a “rigenerarsi” con continuità per poter produrre le due nostre specialità: il Salât tradizionale, compatto e sapido, e il cremoso dal gusto più delicato.

Frant

Questo formaggio è fortemente legato alla sua origine geografica, con specifico riferimento ai valori naturali e umani maturati nell’esperienza storica e produttiva in un contesto di perenne credito alimentare come quello della Carnia di un tempo, dove la povertà aguzzava l’arte di non sprecare mai nulla di ciò che poteva servire per la sussistenza.

In questo ambito nacque il Frant, con l’obiettivo di utilizzare quelle forme che presentavano alcuni “difetti” dopo la stagionatura o che non potevano essere destinate alla medesima perché si erano spaccate all’inizio del processo produttivo.

Ancor oggi le forme vengono frantumate in piccoli pezzi, tagliate a fettine e/o grattugiate a seconda della stagionatura; alla miscela si aggiunge il latte e viene poi mescolata ed amalgamata manualmente con panna di affioramento, sale e pepe fino ad ottenere un impasto omogeneo, che è poi ricomposto ed avviato alla maturazione.

Il nostro Frant è un prodotto assolutamente peculiare che unisce la morbidezza e la rotondità della panna e i sapori marcati dei nostri formaggi a latte crudo con differenti livelli di stagionatura, ai sentori resinosi dei tini di legno di larice chiusi ermeticamente nei quali si affina per circa 60 giorni.

Oltre alla versione “classica” proponiamo il Frant anche nelle varianti con semi di papavero, erba cipollina, uvetta, pinoli, noci, peperoncino, finocchietto e semi di girasole.

Il Frant è un “Presidio” di Slow Food, marchio ed ente che proteggono i prodotti a rischio di estinzione.